Progetto Domotico Arduino: Sensore di Luce e Temperatura via Web

 Articolo letto 10925 volte 

Diverso tempo fa ho acquistato sul sito Ethermania un po’ di materiale elettronico e, dopo averci giocato un po’, ho deciso di scrivere qualche articolo. Il piccolo progetto che vi presenterò mira alla realizzazione di un sistema basato su Arduino per il controllo tramite web di temperatura ed illuminazione.

Temperatura Ambientale

Temperatura rilevata, l’immagine è dinamica e può essere incorporata su qualunque sito web.

In questo primo articolo descriverò la componentistica utilizzata e chiaramente il progetto realizzato può essere esteso e migliorato a proprio piacimento. Il sistema si basa su Arduino che, per quanti non lo conoscessero già, è una scheda per la prototipazione di sistemi elettronici vi rimando alle note per ulteriori informazioni.

Arduino Uno

Per la comunicazione con il web è stato utilizzato un’ethernet shield. Gli shield sono delle schede che permettono di estendere le funzionalità di Arduino. Nel nostro caso, l’ethernet shield consente di collegare in rete il nostro Arduino.

Arduino Ethernet Shield

Inoltre, saranno necessarie due resistenze da 10 kΩ, 1 Termistore da 4,7KΩ, 1 fotoresistenza 70..100KΩ LDR VT90N2.

Termistore Resistenza 10 K ohm Fotoresistore

Quello che andremo a realizzare su breadboard o su una millefori (se ve la cavate col saldatore), sarà una coppia di partitori di tensioni. Andremo a collegare in serie una resistenza da 10KΩ ed uno dei due sensori (che altro non sono che resistenze variabili).

Componenti Utilizzati:

  • 1 ARDUINO UNO REV3 – Costo ~ 24 €
  • 1 ARDUINO ETHERNET SHIELD SD POE READY REV3 ~ 35 €
  • 1 Cavo USB tipo A-B (quello delle stampanti, facile da trovare) ed un cavo ethernet
  • 2 Resistenze da 10KΩ ~ 0,20 €
  • 1 Termistore da 4,7KΩ ~ 1,80 €
  • 1 fotoresistenza 70..100KΩ ~ 1,80 €

Il mio consiglio, per sperimentare con Arduino, è quello di acquistare uno dei kit workshop che contengono tutto l’occorrente a provare diverse cose con arduino è ha un costo di una decina di euro.
La spesa iniziale, per un progetto del genere, è elevata ma con Arduino è possibile realizzare una enorme quantità di cose. L’unico limite è solo la nostra fantasia.
Nel prossimo articolo mostrerò come assemblare i componenti. Alla prossima!

 Articolo letto 10925 volte